Sei nella pagina Servizi Educativi

SERVIZI EDU. - Centro Diurno Occupazionale Rivera Berica


Suddiviso in due aree (Progetto Galileo e Area Valletta), il CEOD svolge una funzione socio-educativa sul singolo individuo mirata a recuperare le capacità fisiche ed intellettuali residue, e a migliorare il livello di interrelazione e l'integrazione sociale.

Area ospiti unità Valletta del Silenzio

Per ogni ospite che frequenta il CEOD si lavora su un piano individuale specifico d'intervento su diverse aree, dalla comunicazione alla socializzazione al fine di promuovere una crescita personale su diversi livelli di autonomia. Il lavoro che si vuole svolgere è quello di facilitare la lettura della realtà attraverso un'organizzazione ed una semplificazione degli spazi, dai luoghi comuni a quelli personali, attraverso una chiara disposizione anche del mobilio e l'uso di strumenti di comunicazione visivamente mediati. Si vogliono sviluppare e costruire percorsi a scansione temporale giornalieri per arrivare ad una comprensione delle attività ricorsive ed episodiche.
L'attività di comunicazione è lo strumento adoperato per valutare e verificare le capacità comunicative, sperimentando attività che migliorino la comprensione e la capacità di autogestione. Questa modalità di lavoro mira ad aumentare la competenza al fine di ridurre l'ansia da presentazione.
Ogni persona ha un proprio spazio costituito da un tavolo in cui trova le attività individuali, ripetitive che la persona dovrebbe essere in grado di svolgere autonomamente, per potenziare le varie abilità personali residue. Inoltre all'interno del proprio spazio ognuno ha la possibilità di vivere il proprio tempo libero con oggetti a lui famigliari e stimolanti.
Gli ospiti provengono sia dalla comunità della Valletta del Silenzio che dalla comunità di Brendola e alcuni vivono in famiglia. Per poter svolgere al meglio le varie attività di laboratorio, gli ospiti sono stati divisi in due gruppi con diversi laboratori e ogni laboratorio si svolge in ambienti specifici.
Nel "laboratorio di cucina" gli ospiti si cimentano nella realizzazione di pane e pizza che saranno poi consumati da loro stessi. L'obiettivo è quello di promuovere il riconoscimento e la comprensione dell'attività, il piacere nell'uso della materia e dei suoi risultati, il potenziamento delle abilità motorie e del senso del tatto.
Nel "laboratorio di pittura" gli ospiti lavorano in un unico tavolo centrale, tutti insieme, dove si cimentano in varie tecniche di pittura come la manipolazione del colore e la spugnatura; questo per portare l'ospite al riconoscimento dell'attività, per potenziare l'abilità legata all'uso degli strumenti nonché sviluppare le abilità motorie e il senso del tatto.
Mentre per quanto concerne il "laboratorio di palestra" si sta lavorando sulla coordinazione oculo-manuale, nello stimolare il contatto fisico, sull'aumento delle abilità motorie e sulla collaborazione con l'operatore e tra compagni.
Nel pomeriggio sono stati attivati dei "centri d'interesse" che vogliono essere un'attività indicativa dove ci si sperimenta e si vive con le persone un rapporto differente da quello del laboratorio. In questo spazio si cerca di comprendere quali sono gli interessi nascosti di ogni singolo ospite, sperimentando nuove esperienze di comunicazione e socializzazione con entrambi i gruppi
.

 

Via della Rotonda, 58 -36100 Vicenza
Telefono (0444) 235095 - Telefax (0444) 546870
E-Mail: aiasvi@goldnet.it